« Scuole

Attività di laboratorio al Museo del Giocattolo e del Bambino


A cura
Associazione
OTTOTIPI
nuovo spaccio d'arte

 

Per ogni specifica sui contenuti dei laboratori telefonare allo 328 7574615

Il laboratorio può essere considerato come supporto all’attività didattica del Museo perché offre, attraverso un’esperienza diretta e concreta, la possibilità di interpretare in modo più critico/creativo la collezione del Museo. I bambini potranno costruire un giocattolo, frutto di un'elaborazione personale. Il metodo applicato, la tipologia e la disposizione dei materiali, gli strumenti e le tecniche messe a disposizione, permettono di ottenere risultati straordinari. Quest’esperienza di trasformazione di oggetti e materiali (spesso di riciclo e scarto industriale) mette in campo tematiche ambientali e di comunicazione visiva, abituando così i bambini ad un uso imprevisto degli oggetti che li circondano, fondamentale esercizio per la creatività. I temi proposti nei laboratori offrono un rimando costante ai giochi presenti nella collezione del Museo. Tali tematiche sono state elaborate in modo da rispettare le attitudini creative delle differenti fasce d'età.  

I Laboratori sono legati alla Visita Guidata e si rivolgono alle scolaresche e ai gruppi (massimo 70 partecipanti) che possono trattenersi al Museo per almeno tre ore (90 minuti di visita, 90 di laboratorio). Il Laboratorio prevede la costruzione di un giocattolo con materiali semplici e tecniche antiche. Ogni bambino porta a casa il manufatto costruito. Anche le tematiche dei laboratori sono differenziate in base all’età dei bambini. La formula Visita guidata + Laboratorio può essere prenotata in tre fasce orarie. La mattina (9.30-12.30), il pomeriggio (13.00-16.00) oppure intervallando le due attività col pranzo al sacco (11.00-15.00). Al momento della prenotazione, gli insegnanti possono scegliere fra una delle tematiche relative alla fascia d’età della classe.



3-5 anni
Andar per aria Attraverso l’esplorazione di differenti materiali, che hanno come punto in comune “la leggerezza”, si costruiscono oggetti volanti e fantastici animali alati.
Materiali strutturali: rotoli di cartone o bottiglie di plastica + materiali di completamento*.
Cresce la carta Un’attività che consiste nel modellare la carta dandole la forma desiderata.
Materiali strutturali: cartoncini preformati tridimensionali di varie forme e dimensioni, carta da giornale, scotch + materiali di completamento.
Giochi di vento Realizzazione di oggetti sonori che si muovono con il vento, un suono diverso per ogni materiale, scelto in una combinazione di effetti visivo-cromatici.
Materiali strutturali: rametti, spago, materiali naturali, plastiche, stoffe e carte leggere + materiali di completamento*.
Mi vesto e mi
travesto
Copricapi, maschere, accessori e materiali pensati per essere indossati: per mettere in scena le storie del colore.
Materiali strutturali: cartoncini preformati bi-tridimensionali, stoffe di vario genere, carta + materiali di completamento*.



6-7 anni
Lo spaventapasseri Un misterioso personaggio della nostra tradizione protegge gli orti, i prati e i nostri balconi. Sfruttando le differenti caratteristiche dei materiali messi a disposizione, se ne possono inventare molti.
Materiali strutturali: legni e rametti, fil di ferro, paglie, carte argentate + materiali di completamento*.
Ma cosa mi metto? In questo laboratorio si utilizzano materiali pensati per essere indossati: elmetti e spade, collane e corone, scettri e bacchette magiche per assecondare l’attitudine alla drammatizzazione in ogni occasione di gioco.
Materiali strutturali: cartoncini preformati bi-tridimensionali, stoffe di vario genere, carta, carta argentata, rametti + materiali di completamento*.
Pupe, Pupazzoli,
Robot e Mostri
Realizzazione di personaggi ottenuti assemblando materiali volumetrici (bottiglie, vasetti, tappi, ecc.) e modificandone la forma per sfruttare a pieno le possibilità estetiche dell’oggetto. L’importante passo successivo è la scelta dei materiali di completamento che caratterizzano i personaggi.
Materiali strutturali: pezzi di plastica, contenitori di varie forme e misure + materiali di completamento*.
Che giochi suono? Si esplorano le caratteristiche acustiche dei materiali. Esperimenti, prove e valutazioni dei suoni per costruire strumenti e oggetti musicali unici.
Materiali strutturali: materiali misti (elastici, metalli, plastiche, materiali naturali).



7-10 anni
Andar per mare, per
cielo e per terra
Mezzi di trasporto reali e immaginari, si ottengono attraverso l’assemblaggio di materiali volumetrici (bottiglie, scatole, barattoli, vasetti, tappi, ecc.) sfruttandone appieno la forma.
Materiali strutturali: pezzi di plastica, contenitori di varie forme e misure + materiali di completamento*.
Giochi di abilità,
macchine e meccanismi
In questi giocattoli si applicano semplici principi della fisica attraverso la trasformazione di materiali di recupero messi a disposizione. Si possono creare trabocchetti, catapulte, percorsi a astacoli.
Materiali strutturali: cartoncino, cartone + materiali di completamento*.
Pupe, Pupazzoli,
Robot e Mostri
Realizzazione di personaggi ottenuti assemblando materiali volumetrici (bottiglie, vasetti, tappi, ecc.) e modificandone la forma per sfruttare a pieno le possibilità estetiche dell’oggetto. L’importante passo successivo è la scelta di materiali di completamento che caratterizzano i personaggi.
Materiali strutturali: pezzi di plastica, contenitori di varie forme e misure + materiali di completamento*.
Burattini e marionette
in movimento
Verranno realizzate varie tipologie di burattini che si animano con movimenti differenti. L’importante passo successivo è la scelta dei materiali di completamento che caratterizzano i personaggi.
Materiali strutturali: cartoncino, cartone + materiali di completamento*.
Oggetti sonori
(percussioni, mobiles,
ronzatori, sonagli, ecc.)
Si esplorano le caratteristiche acustiche dei materiali. Esperimenti, prove e valutazioni dei suoni per costruire strumenti e oggetti musicali unici.
Materiali strutturali: materiali misti ( elastici, metalli, plastiche, materiali naturali).
Carta cartaccia
straccia
Strisce di carta, differenti per peso, colore e dimensioni, vengono usate in maniera insolita e sorprendente. Dal bidimensionale al tridimensionale per reinventare vecchi e nuovi giocattoli.
Materiali strutturali: carta, cartoncino + materiali di completamento*.
Lo spaventapasseri Un misterioso personaggio della nostra tradizione protegge gli orti, i prati e i nostri balconi. Sfruttando le differenti caratteristiche dei materiali messi a disposizione, se ne possono inventare molti.
Materiali strutturali: legni e rametti, fil di ferro, paglie, carte argentate + materiali di completamento*.



10-13 anni
Oggetti per il movimento,
macchine e meccanismi
Mezzi di trasporto reali e immaginari, si ottengono attraverso l’assemblaggio di materiali volumetrici (bottiglie, scatole, barattoli, vasetti, tappi, ecc.) sfruttandone appieno la forma. Si porrà l’attenzione sui meccanimi per ottenere il movimento di modelli di automobili, aeri, navi...
Materiali strutturali: pezzi di plastica, contenitori di varie forme e misure + materiali di completamento*.
Giochi di abilità,
macchine e meccanismi
In questi giocattoli si applicano semplici principi della fisica attraverso la trasformazione di materiali di recupero messi a disposizione. Si possono creare trabocchetti, catapulte, percorsi a astacoli.
Materiali strutturali: cartoncino, cartone + materiali di completamento*.
Strumenti musicali Si esplorano le caratteristiche acustiche dei materiali. Esperimenti, prove e valutazioni dei suoni per costruire strumenti e oggetti musicali unici.
Materiali strutturali: materiali misti (elastici, metalli, plastiche, materiali naturali)
Marionette articolate
(meccanismi per animare personaggi)
Si costruiscono personaggi che possono essere animati attraverso semplici meccanismi.
Materiali strutturali: volumi di cartone, plastica, fil di ferro, elastici + materiali di completamento*.
Laboratorio metaprogettuale Partendo da oggetti di uso comune si ipotizzano possibili altri impieghi principalmente con lo scopo di realizzare un giocattolo. L’attività di costruzione è preceduta dalla fase progettuale, durante la quale si studiano le varie possibilità offerte da forme e materiali.
Materiali strutturali: contenitori di plastica di varie forme e dimensioni + materiali di completamento*.

 

-     Materiali strutturali: si intendono quei materiali che costituiscono la forma base dell’oggetto.

*    Materiali di completamento: si intendono quei materiali che forniscono tutti i dettagli che caratterizzano l’oggetto. Una vasta gamma di materiali preparati specificamente per ogni laboratorio e per ogni fascia d’età costituisce una fornitura base messa a disposizione per tutte le attvità (vedi tabella materiali). 

« Scuole

Esperienze laboratoriali rivolte ad operatori, studenti di scuole superiori ed università

Il gioco e il giocattolo sono intesi, in questa sede, come strumenti di conoscenza, e il giocattolo ed il giocare diventano pretesto per imparare. Il laboratorio di formazione per gli istituti di scuola superiore ha quindi l’obiettivo di fornire strumenti di conoscenza sul mondo della creatività e sull’immaginario infantile, passando però dalle personali esperienze. Un monitaraggio sull’evoluzione di questo tema, che interessa la sfera professionale e personale di chiunque voglia lavorare con i bambini. Durante il laboratorio si metterenno in luce tutti gli aspetti organizzativi che riguardano le attività di laboratorio svolte al Museo per le differenti fasce di età, le implicazioni di tipo pedagogico e di allestimento degli spazi disponibili, le strategie di coinvolgimento per rendere le strutture museali strumenti di conoscenza a servizio della scuola e dei cittadini.
Utilizzando una vastissima gamma di materiali ed oggetti recuperati da differenti contesti, materiali destrutturati, oggetti non finiti e spogliati di ogni funzione originaria, abbiamo a disposizione strumenti espressivi di notevole potenzialità. Le attività sono studiate per offrire occasioni di approfondimento sulla potenzialità creativa dei materiali, stimoli di ricerca continua da applicare in ambito educativo, didattico e personale. 


Museo vivo Didattica Museale in evoluzione, quali domande e quali strategie per aumentare e migliorare la partecipazione attiva da parte dei bambini all’interno dei luoghi della cultura. Metodologie a confronto per progettare e realizzare strumenti utili alla comprensione delle collezioni esposte. Il laboratorio proposto ha l’obiettivo di analizzare le esperienze che i bambini abitualmente svolgono nei laboratori didattici del Museo e successivamente affrontare in prima persona alcuni di questi aspetti. I ragazzi saranno invitati a costruire con materiali di recupero, modelli esplicativi delle strategie di comunicazione e di partecipazione ideate nella prima fase del laboratorio.
Un modello di gioco I materiali ludici (materiali e oggetti di scarto domestico, artigianale e poi anche industriale): una valutazione sulle potenzialità del passato e le possibilità del presente. Costruire modelli di gioco e di giocattolo da mettere a disposizione per attività di animazione con i bambini.
Liberamente E’ il più libero dei laboratori, ma anche il più impegnativo per la mente, perché l’uso dei materiali in questo contesto ha lo scopo di diventare esso stesso un vero e proprio linguaggio espressivo. Osservare materiali ed oggetti per porsi delle domande e soffermarsi sul loro valore esteticosensoriale. Sperimentare ed inventare un modo per comunicare. Si costruirà un manufatto, un oggetto o una scultura in continua evoluzione.

« Scuole